Home > MMT > Meccanismo Europeo di Stabilità (ESM) – L’oscuro inganno

Meccanismo Europeo di Stabilità (ESM) – L’oscuro inganno

La gestione del fondo “salva-stati ESM” ad una istituzione intergovernativa finanziaria fra immunità ed altri privilegi.
Un punto di non ritorno verso l’annientamento dei sistemi democratici dei paesi dell’Unione Europea?

di Lidia Undiemi*

Questo documento è anche un appello ai parlamentari nazionali: opponetevi all’entrata in vigore del Trattato ESM (European Stability Mechanism).
Attenzione, nelle ultime notizie di stampa si sostiene che il documento sia stato appena siglato e si da per scontata la sua operatività. In realtà l’ESM è stato firmato l’11 luglio 2011 e la firma di cui si discute in questi giorni fa riferimento ad una nuova versione del trattato (2 febbraio 2012). Ciò non cambia la sostanza dei rischi di “annientamento democratico” che corrono i cittadini dei paesi europei a cui è chiesto di aderire.
Il trattato ESM, ossia il documento che istituisce l’organizzazione finanziaria intergovernativa a cui si intende attribuire la gestione del nuovo fondo “salva stati”, può entrare in vigore soltanto previa ratifica della modifica apportata all’art. 136 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea da parte dei parlamenti nazionali.

La Merkel è andata in Cina? Ci resti.

Immunità e privilegi, “scudi” patrimoniali, condoni fiscali e potenti protetti da eventuali interventi giudiziari, soci e finanziatori di un organismo intergovernativo che interferiscono nella scelta delle politiche economiche nazionali ed operazioni finanziarie coperte da segreto. Questa non è fantapolitica, questi obiettivi non li ha messi in campo l’uomo più criticato al mondo per la sua incapacità di saper rispettare le regole, questo è il futuro dell’Europa progettato dai leader dei paesi europei che stanno tentando, in fretta e furia, di portare a regime il trattato che istituisce il Meccanismo Europeo di Stabilità (ESM). Adesso Merkel e Sarkozy dovranno semplicemente volgere lo sguardo verso uno specchio per provare lo stesso risultato emotivo che ottengono incrociando Berlusconi.

Perché la leadership europea ricorre all’immunità?

Se il cavallo di battaglia dell’Europa (di Troia per i suoi cittadini) è l’ESM allora l’Inghilterra ha fatto bene ad uscire da questo probabile massacro democratico, tranne che, ovviamente, non ci siano sorprese dell’ultimo momento.

Le istituzioni europee intendono delegare ad un’organizzazione finanziaria internazionale (ESM), con chiare impronte privatistiche, il compito di risolvere i problemi di instabilità finanziaria dell’area euro. La crisi, piombata addosso alle popolazioni per l’incapacità politica di sapere tutelare l’economia reale dal ladrocinio speculativo, si sta evolvendo verso una clamorosa autoassoluzione da parte di coloro che ancora oggi detengono saldamente il timone di comando dell’Europa, almeno apparentemente.

Le tanto criticate anomalie del sistema Italia stanno trovando piena legittimazione nel contesto comunitario, dalla tendenza alla privatizzazione delle funzioni pubbliche alla pretesa impunità per i membri dell’ESM fino ad arrivare ai capitali “scudati”.

I recenti accadimenti politici e finanziari, che saranno di seguito esposti, convergono verso un’Europa che sembra essere nelle mani di leader impauriti e smarriti o, peggio ancora, complici di potenti finanzieri con pericolose mire espansionistiche.

* Studiosa di economia e diritto.

Una certezza, forse, è possibile concedersela, e cioè che per il solo fatto di aver proposto di consegnare nelle mani di una struttura intergovernativa, disciplinata mediante regole vaghe, flessibili ed equivocabili in un valzer di immunità e di privilegi, il futuro delle politiche economiche degli stati membri, dovrebbe portare alle immediate dimissioni dei rappresentanti istituzionali che hanno appoggiato questo percorso politico.

Se i parlamenti nazionali ratificano l’entrata in vigore del trattato da cui origina l’ESM si potrebbero anche verificare scenari di retrocessione civile che nemmeno il più visionario dei registi sarebbe oggi in grado di rappresentare. Non è escluso che per le elezioni italiane del 2013 si possano candidare anche animali domestici.

Prelevate l’intero dossier qui

Fonte: http://www.palermoreport.it/notizie/litalia-non-deve-aderire-allesm-ecco-la-mozione

Annunci
Categorie:MMT
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

NON PIU' CHICCHI DI MAIS (Per un mondo migliore...)

Economia, Finanza, Politica Monetaria, Modern Money Theory, Crisi Economico-Finanziaria

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: