Archivio

Archive for the ‘Riflessioni’ Category

Intervista esclusiva a DANIEL ESTULIN

La Politica della Carenza

settembre 26, 2012 2 commenti

di Paolo Barnard

Io qui parlo di ciò che colpisce al cuore i diritti umani e la dignità umana riscattati dopo 5.000 anni di abietta schiavitù in Europa. E quanto segue è terribilmente importante, per chi sa capire. Non sono molti questi ultimi. Il fatto è che la stragrande maggioranza degli intellettuali sceglie di ignorare gli aspetti più micidiali della recente evoluzione storico-economica europea per un motivo, che non è sempre convenienza o asservimento a un Potere, ma è qualcosa di molto più umano: terrore. Quando posti di fronte a ricerche molto ben documentate come la mia, o, molto più autorevoli sono quelle degli studiosi che mi accompagnano, essi, gli intellettuali, si fanno prendere dal panico, un terrore incontenibile e intimo causato dal fatto che in effetti le cose stanno veramente come noi diciamo. Essi non sono equipaggiati per affrontarle, e la violenza della loro reazione – siamo complottisti, pagliacci, prezzolati, dementi ecc. – è proporzionale a quel terrore. Per voi pochi capaci di reggere la realtà, eccola. Leggi tutto…

Appello agli Italiani – Avv. Paola Musu

Cagliari 07 agosto 2012

Avv. Paola Musu

Appello agli Italiani

—–=o=—–

Basta fare una scelta politica!

A volte la natura, tragicamente, ci ricorda come siamo piccoli ed insignificanti e che la vita è un bene preziosissimo che dovremmo preservare ad ogni costo, perchè, come ormai sovente accade in Italia da qualche tempo, potrebbe verificarsi un evento imprevisto e catastrofico che stravolge per sempre il nostro presente, con gravi ripercussioni per il futuro, sempre che si riesca a “viverlo il futuro”

In questi giorni il terremoto che ha colpito l’Emilia sembra quasi uno “scherzo” del destino (scrivendo sempre con serio e profondo rispetto per le vittime e per le loro famiglie), poichè de facto,  nella sua immensa tragedia,  dimostra una cosa anch’essa a suo modo tragica ed illogica.

Come ho detto in apertura del post, la vita umana dovrebbe sempre essere preservata.  Lo dovrebbero fare i cittadini ma lo dovrebbe fare in primis lo Stato, che da essi è costituito. Leggi tutto…

Categorie:Economia, MMT, Riflessioni

Io vado avanti!

Come si fa a dire che un cibo non piace se non si conosce il suo sapore o se si disconoscono i suoi ingredienti?

Magari l’odore, d’impatto,  può essere sgradevole ma il gusto, poi,  potrebbe confutare il primo giudizio apparente.

Questo è esattamente quello che sta accadendo quotidianamente quando cerco di spiegare i principi su cui si fonda la MMT (Modern Money Theory). Se poi vado oltre, entrando nel merito della crisi economica, cercando di far comprendere che siamo stati letteralmente ingannati per decenni praticamente su tutto, storia, economia, finanza, politica monetaria… ottengo solo volti contratti in una smorfia a metà tra schifo e incredulità (se mi va bene!), altrimenti mi dicono semplicemente che sono fantasie complottiste.

“Ma se i giornali dicono che ci stiamo riprendendo grazie al piano Monti?”, “Ma che dici? Ma i telegiornali non li vedi?” “Ma possibile che ora ve la prendete tutti con la Germania!? Ma se è la forza trainante dell’Europa ed è il nostro orgoglio nel resto del mondo?”

Scommettiamo che ho colto nel segno? Anche a voi capita di sentire questo, vero? (voi=0,2% di persone non lobotomizzate dal sistema)

E’ proprio vero, ciò che Keynes affermava dicendo: “La difficoltà non sta nelle idee nuove, ma nell’evadere dalle idde vecchie, le quali, per coloro che sono stati educati come lo è stata la maggioranza di noi, si ramificano in tutti gli angoli della mente.”

Sicuramente studiare la MMT e la macroeconomia in una chiave moderna è impegnativo, richiede sacrificio, pazienza, applicazione, rigore ma nulla al confronto dell’ardua impresa di sradicare le idee dalla mente della gente. E’ questa la pù grande sfida.

E’ questa la parte più ostica della nostra opera. Leggi tutto…

Categorie:Riflessioni
NON PIU' CHICCHI DI MAIS (Per un mondo migliore...)

Economia, Finanza, Politica Monetaria, Modern Money Theory, Crisi Economico-Finanziaria